Armonizzazione delle cicatrici

 

taglio

L’armonizzazione delle cicatrici non è un viaggio indietro ma una liberazione per camminare verso il futuro per la donna e la sua discendenza

In Italia il 40% circa dei bambini che nascono lo fanno attraverso la pancia, attraverso un intervento di chirurgia maggiore. Molte donne subiscono l’episiotomia, che è anch’esso un taglio profondo.

Che lo si abbia chiesto oppure no, questo intervento esterno lascia una ferita, che a seguire diventa una cicatrice e che mantiene la memoria dell’aggressione.

E’ importante prendersi cura della propria cicatrice con consapevolezza e lasciandosi trattare con una metodologia potente quale l’Armonizzazione Globale delle Cicatrici, ideata dal Dr. Kanner.  Questa tecnica che agisce parzialmente a livello cutaneo ma principalmente a livello energetico viene utilizzata per aiutare la ferita a rimarginarsi o riprendere sensibilità nella zona ormai cicatrizzata,  sia fisico, sia emotivo nel senso che si va a concludere una storia (quella del travaglio e del parto) che ha avuto un’ interruzione senza che gli eventi potessero fluire liberamente, o a rielaborare un vissuto negativo.

La pelle organo di scambio sensoriale ed energetico è una barriera (un mantello) tra interno del corpo ed esterno che filtra, separa e ci protegge, la sua alterazione può generare

  • perdita di forze ed energie
  • difficoltà di gestione del bambino: il taglio rende più difficoltoso l’allattamento, sia tecnicamente negli spostamenti, sia perché il dolore e la cicatrizzazione ostacolano quelle ondate di ossitocina (l’ormone dell’amore)  utilissime per l’accudimento e il fluire del latte
  • disturbi sessuali nel rapporto donna-partner a seguito di lesioni.

Il trattamento prende le mosse non da una cancellazione dell’evento doloroso, ma da una presa d’atto e di consapevolezza: il ringraziamento della cicatrice, che ha salvato la vita della mamma e del bambino e che formandosi e chiudendo la ferita ha protetto la pelle e il corpo da infezioni.

La donna può ora iniziare a lasciare andare, a liberarsi, a rilassarsi e pronta ad accogliere l’ informazione positiva che il vissuto può essere superato per star bene e andare verso la vita.

Per questo motivo è un trattamento molto utile, per esempio, quando la donna desidera il VBAC, il parto vaginale dopo il taglio cesareo, ma anche in tutti i casi in cui la donna senta che c’è qualcosa in sospeso, che forse ha bisogno di essere elaborato. Quel qualcosa che è difficile da riconoscere, è proprio per questo che è importante prima ascoltare per rilassarsi e liberare.

Solitamente sono necessarie diverse sessioni per raggiungere il risultato desiderato. Esse sono stabilite singolarmente, sulla base di ciò che ognuno ritiene più opportuno. Il riequilibrio fisico, mentale, emozionale ed energetico di una cicatrice è un percorso complesso durante il quale, sessione dopo sessione, si procede gradualmente verso l’auto-liberazione.

È un processo attivo, durante il quale è possibile collaborare con successo.

Sessioni tenute da:

Irene Caputo operatore certificato di Armonizzazione Globale delle Cicatrici

http://www.innecesareo.it/p/armonizzazione-globale-delle-cicatrici.html

 

Per info e prenotazioni contattare  Irene 340 9817475

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *